• Via Giovanni Balicco, 113, 23900 Lecco LC
  • Orari: da Lunedì a Venerdì: 09.00 - 18.00
  • Contatti

    +39 0341 288440

  • Email

    info@invernizziass.it

Se il vetro è scheggiato, ignorarlo è un errore: meglio correre subito ai ripari. Ecco come fare, con un semplice touch

A volte possono bastare un sassolino, il ramo di un albero, un oggetto perso da un altro veicolo. Quando il parabrezza si scheggia, la rottura può essere imminente. Quello che molti automobilisti non sanno, però, è che circolare con i vetri dell’auto danneggiati è un’infrazione vera e propria del Nuovo Codice della Strada, e come tale può comportare una multa.

L’articolo 79 spiega chiaramente che “i veicoli a motore e i loro rimorchi durante la circolazione devono essere tenuti in condizioni di massima efficienza”, e che “chiunque circola con un veicolo che presenti alterazioni nelle caratteristiche costruttive e funzionali prescritte è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 84 a euro 335”.

Tra le alterazioni funzionali c’è, appunto, la rottura o il danneggiamento dei vetri dell’automobile, nel caso in cui dovessero ridurre la visibilità del conducente. Ma i rischi per la sicurezza alla guida non si fermano qui: se il parabrezza è scheggiato, può incrinarsi in qualsiasi momento. E se ciò accadesse durante la guida potrebbe essere davvero pericoloso. Il vetro anteriore, inoltre, contribuisce al 30% della resistenza strutturale della vettura e fornisce un supporto indispensabile per l’airbag del passeggero al momento dell’impatto. Senza dimenticare che, se sul parabrezza, proprio nella visuale del guidatore, fosse presente una scheggiatura, l’auto potrebbe non passare la revisione.

Per evitare di dover pagare due volte – per il vetro rotto e per la multa – la soluzione su misura per ogni automobilista è la polizza cristalli, una garanzia aggiuntiva applicabile alla polizza auto, che tutela in caso di rotture.

Basta una telefonata, oppure un touch direttamente dallo smartphone con la nuova app AllianzNOW, per mettersi in contatto con uno dei Centri Riparatori Cristalli convenzionati Allianz  che si occuperà di tutto, dall’apertura del sinistro alla riparazione, senza bisogno di anticipi né di denunce. Rimettere in sicurezza il parabrezza, il lunotto posteriore o i vetri laterali, così, è semplice, veloce e senza franchigia: spesso è sufficiente un intervento con una speciale resina sulla parte danneggiata per avere un vetro sicuro e in perfette condizioni in soli 30 minuti. In caso sia necessario, viene effettuata la sostituzione completa della lastra con cristalli fabbricati conformemente agli standard del produttore del materiale originale, come certificato dalla relativa casa costruttrice. Il tutto in meno di un’ora.

Tags: , ,