• Via Giovanni Balicco, 113, 23900 Lecco LC
  • Orari: da Lunedì a Venerdì: 09.00 - 18.00
  • Contatti

    +39 0341 288440

  • Email

    info@invernizziass.it

Se si programma per tempo con un piano di risparmio graduale, può essere un investimento conveniente. Scopri come funziona

Il riscatto del corso di laurea permette di valorizzare, ai fini pensionistici, tutto il periodo del proprio corso di studi. Il servizio è pensato per chiunque abbia conseguito un diploma di laurea o titolo equiparato (sul portale Inps si trovano tutti i dettagli). In generale, la somma da pagare è calcolata in base al reddito dichiarato al momento della domanda di riscatto. Quello che non tutti sanno è che il riscatto si può chiedere fin da subito, anche prima di aver trovato un impiego. E questa, economicamente, è la scelta più conveniente perché, in assenza di reddito, il contributo richiesto dall’Istituto per ogni anno da riscattare (pagabile anche in 120 rate mensili) è pari al livello minimo imponibile annuo degli artigiani e commercianti moltiplicato per l’aliquota delle prestazioni pensionistiche, fissata dall’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) e vigente nell’anno di presentazione della domanda. 

Per capire l’entità dell’esborso, per esempio, un giovane di 27 anni con un solo anno di anzianità contributiva e una retribuzione annua di 22.113,29 euro dovrà pagare un onere di 29.189,54 euro (fonte Inps). Se, invece, si pensa di riscattare gli anni della laurea quando la carriera è già avviata, il costo aumenta perché l’onere da pagare viene calcolato diversamente, moltiplicando l’aliquota contributiva per la retribuzione lorda e il numero degli anni da riscattare. In questo caso, per esempio, un uomo di 40 anni con 11 anni di anzianità contributiva e una retribuzione annua di 52.378,46 euro avrà un onere che ammonterà a 59.750,60 euro (fonte Inps). Per questo è importante tenere conto che più si è giovani, meno si paga. 

Prepararsi in anticipo conviene ma, visto l’importo oneroso, soprattutto per un giovane all’inizio della carriera, spesso capita che siano i genitori a provvedere al riscatto della laurea del proprio figlio come forma di tutela per il suo futuro. In questo caso, si potrebbe avviare un piano di risparmio graduale già a partire dal suo ingresso nella scuola secondaria (anche inferiore), che consenta di arrivare alla discussione della tesi con in tasca già la cifra necessaria per riscattare la laurea, senza gravare sui bilanci familiari.

Per realizzare tutto ciò, Allianz propone Nuovi Orizzonti che permette di effettuare un piano di accumulo che consente di risparmiare guadagnando, grazie al rendimento nel tempo delle linee di investimento. Un capitale importante da destinare ai propri cari, in aggiunta al capitale relativo all’investimento, per aiutare le persone che ami ad affrontare al meglio il loro futuro. L’intero capitale liquidato in caso di decesso dell’assicurato è esente da imposte di successione e non rientra nell’asse ereditario. Inoltre, ogni anno è possibile beneficiare della detrazione fiscale IRPEF sui premi pagati per la copertura in caso di decesso, nella misura prevista dalla legge.

Tags: ,