• Via Giovanni Balicco, 113, 23900 Lecco LC
  • Orari: da Lunedì a Venerdì: 09.00 - 18.00
  • Contatti

    +39 0341 288440

  • Email

    info@invernizziass.it

Gli autoscatti “volanti” spopolano sui social network. Ecco una selezione di alcuni tra i “dronie” più spettacolari

È nata una nuova tendenza tecnologica: si chiama selfie drone e si riferisce all’autoscatto realizzato tramite la fotocamera del proprio quadricottero. Solo su Instagram, in pochi mesi l’hashtag #selfiedrone ha spopolato al punto da far nascere un social network dedicato: Dronestagram.

Intuitivi i vantaggi di uno scatto con il drone: non solo finalmente i selfie possono ritrarre il diretto interessato in un contesto panoramico spettacolare, ma per avere un buon risultato non è nemmeno necessario essere piloti navigati. I costruttori, intuendo le potenzialità del mezzo, hanno infatti implementato funzioni come il riconoscimento facciale, già a partire da droni di basso costo: Zerotech Dobby, per esempio, costa circa 200 euro ed è in grado di riconoscere i volti, effettuando un selfie ‘standard’ o un piccolo video in movimento di 10 secondi (mantenendo il volto a fuoco). Ma con quadricotteri più professionali come il Mavic Pro (sul mercato a circa 850 euro) si hanno ancora più possibilità, come far capire al drone di scattare un selfie creando semplicemente una cornice con le mani.

Per quanto si sia tentati di considerarlo quasi come uno smartphone, il drone va maneggiato con cura: chi lo pilota per uso amatoriale dovrebbe tutelarsi sempre dai danni a terzi con una buona polizza,a condizione che l’utilizzo sia nel rispetto delle disposizioni di legge vigenti e con esclusione dei danni subiti dai modelli e dagli aeromodelli. Prese queste precauzioni, con un po’ di fantasia i risultati possono essere spettacolari.

Tags: ,